IL CERCHIO VUOTO – EN KU DOJO

Posizione: Attività > I Sesshin

Il Buddhismo "puro" non è legato indissolubilmente al Giappone, alla cultura Zen, cinese, coreana, indiana, ecc. Esso propone un principio universale a fondamento del comportamento individuale di ognuno, considerato nel suo specifico ambito; non propone di modellare gli individui e creare una "forma" che vada bene per tutti. Correttamente inteso, è aperto a tutte le forme di comportamento, può essere adattato a quella del "santo" come a quella dell'ultimo dei "peccatori". Il compito di un individuo è quello di portare avanti se stesso fino alla fine, con coraggio e determinazione, senza aver paura della morte, del giudizio degli altri, di sacrificarsi, di diventare povero, di diventare ricco: questo è l'insegnamento. E l'obiettivo è una morte, non una vita; è morire bene avendo ben vissuto, cioè nel rispetto della vita altrui e della propria "natura autentica".

Maestro M. Dai Do Strumia
da “Il Cammino del cercatore”

I Sesshin

finestra

I sesshin sono ritiri, di uno o più giorni, dedicati alla pratica intensiva di zazen, “totale e inviolato silenzio”*.

Nel corso della giornata si alternano sedute di zazen, kin hin (la meditazione in azione), teisho (insegnamento su testi di tradizione zen e/o buddhista) e mon do (domande risposte con l'insegnante), recitazione di Sutra.

I pasti sono preparati, serviti e consumati nel rispetto della forma praticata nei monasteri di tradizione Zen Soto.

L'Associazione Il Cerchio Vuoto propone:

La partecipazione ai sesshin è aperta ai soci e agli aspiranti soci, purché muniti di "Tessera Ospite"; possono essere ammessi anche principianti, previo colloquio con l'Insegnante.

Per informazioni e appuntamenti, contattare la segreteria ai numeri 011-19858750, 333-5218111.

*Kosho Uchiyama Roshi “La realtà della vita” edizioni Dehoniane Bologna