IL CERCHIO VUOTO – EN KU DOJO

Posizione: Altre attività > Shodo

Il Buddhismo "puro" non è legato indissolubilmente al Giappone, alla cultura Zen, cinese, coreana, indiana, ecc. Esso propone un principio universale a fondamento del comportamento individuale di ognuno, considerato nel suo specifico ambito; non propone di modellare gli individui e creare una "forma" che vada bene per tutti. Correttamente inteso, è aperto a tutte le forme di comportamento, può essere adattato a quella del "santo" come a quella dell'ultimo dei "peccatori". Il compito di un individuo è quello di portare avanti se stesso fino alla fine, con coraggio e determinazione, senza aver paura della morte, del giudizio degli altri, di sacrificarsi, di diventare povero, di diventare ricco: questo è l'insegnamento. E l'obiettivo è una morte, non una vita; è morire bene avendo ben vissuto, cioè nel rispetto della vita altrui e della propria "natura autentica".

Maestro M. Dai Do Strumia
da “Il Cammino del cercatore”

SHODO

Da scrittura a forma artistica.
I caratteri cinesi hanno una potenza espressiva che da sempre ha attirato gli artisti, dai grandi calligrafi del passato ai grafici contemporanei.
E sono anche un mezzo per scoprire come coordinare corpo, gesto, respiro, mente in un unico armonico.
Questo workshp ha lo scopo di illustrare e far apprendere i primi elementi di questa forma d'arte.

Due pomeriggi di 3 ore l'uno, con Vera Marchini (*)

27 ottobre e 3 novembre, dalle 15 alle 18.

Per un migliore apprendimento, il workshop sarà limitato ad un numero massimo di 6 partecipanti.



(*) diplomata alla Scuola di Restauro Pittorico di Parigi, Corso di disegno, pittura e scultura all'Acadèmie Arts Dècoratifs di Parigi, Corso di tecniche di incisione Accademia Albertina di Torino, diploma Suisen in calligrafia presso la Scuola Akitsukai di Tokio con la Maestra Kazuko Hiraoka

Per informazioni, rivolgersi alla segreteria dell'Associazione:
334-9414270
segnidichina@gmail.com
.